Navigazione veloce

Piccole scuole crescono

Scuola@appennino continua con Piccole scuole crescono

Il progetto coinvolgerà le scuole di Monchio delle corti e di Palanzano, ampliandosi da una base regionale ad un livello nazionale. Lo spirito sarà il medesimo ma le tecnologie diverse, perché in questi quattro anni tanto è cambiato.

Un primo convegno a Castelnovo (RE) ha visto docenti e dirigenti di piccole scuole di montagna dell’Emilia Romagna confrontarsi sulle nuove possibilità per tracciare alcune linee guida. Si è dato spazio, nei due giorni, alle novità delle tecnologie di condivisione.

Il nostro Istituto è stato quindi invitato ad un secondo convegno, stavolta di livello nazionale, a Genova. Interventi interessanti su esperienze campione, quella, per esempio, dell’isola di Favignana e Marettimo, impedite nei collegamenti con la terraferma durante i mesi invernali, che in rete con una scuola della Valle d’Aosta riescono a dare ai loro alunni una dimensione comunque ampia e aperta ad una molteplicità di contatti ed esperienze altrimenti negata. Più vicina noi alcune esperienze di quattro scuole liguri di montagna che collaborano costantemente in rete, e poi gli esempi eccellenti della nostra regione, Scuola@Bardi, che permette ai ragazzi di Bardi, Varsi, Bore, Varano, di accedere agli studi della scuola superiore senza essere costretti a trasferirsi. Quindi è stato presentato scuola@appennino, il progetto che ha visto impegnato il nostro Istituto come scuola capofila, con la soddisfazione di vedere proiettate esperienze svolte a Monchio davanti ad un uditorio composto da docenti e fiugure istituzionali provenienti da ogni parte di Italia.

 

Quindi l’intervento di Mara Carocci, parlamentare, che ha voluto anticiparci i punti fondamentali del nuovo disegno di legge sulle scuole di montagna. L’onorevole ci ha parlato di alcuni tipi di incentivi a cui si sta pensando, a riguardo dei quali ha voluto soprattutto ascoltare le opinioni dei presenti, incentivi che vorrebbero innanzitutto favorire i docenti che accettano incarichi in luoghi difficilmente raggiungibili e disponibili ad una didattica diversa.

 

 

http://parlamento17.openpolis.it/parlamentare/carocci-mara/686273

 

piccolescuole_banner1

Autumn School 2014
Scuola@Appennino, IIS Cattaneo Dall’Aglio, Castelnovo ne’ Monti RE, 02-03/10/2014

ScuolaAppenn-quad-3

Scuola@Appennino: Autumn School 2014

Due giorni di formazione per i docenti, a conclusione del progetto regionale a sostegno delle scuole di montagna

Si svolgerà il 2 e 3 ottobre 2014 presso l’Istituto di Istruzione Superiore“Dall’Aglio” di Castelnovo Né Monti (RE) “AUTUMN SCHOOL 2014”.

L’iniziativa conclude il biennio di attività Scuola@Appennino, finalizzato all’introduzione delle nuove tecnologie a sostegno della didattica nelle scuole dell’area montana della nostra regione e alla formazione specifica aperta ai docenti coinvolti.

Scuola@Appennino nasce nell’anno scolastico 2011/12 come frutto di una collaborazione interistituzionale tra la Regione Emilia-Romagna, l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna e gli enti di rappresentanza degli Enti Locali nelle aree montane.

Il programma formativo, che si sviluppa in sintonia con il progetto ministeriale Cl@sse2.0, vanta caratteristiche specifiche: i bisogni formativi delle scuole di montagna del primo ciclo si intersecano infatti con le sollecitazioni di un ‘presente’ che impone l’introduzione di sistemi digitali anche nella didattica. L’obiettivo è dunque quello di supportare e rivitalizzare, attraverso l’innovazione tecnologica, le piccole scuole di montagna riqualificando la loro offerta formativa.

Le azioni prevedono che le classi vengano dotate di un set misto di strumenti. Si tratta del primissimo modello mixed&mobile proposto in regione (un set composto da computer e tablet insieme nella medesima classe) pensato per favorire il lavoro in gruppo e la condivisione.

I docenti protagonisti di questa “due giorni” di formazione full-immersion avranno occasione di confrontarsi tra loro e con il gruppo tecnico di supporto (Servizio Marconi TSI dell’USR per l’Emilia-Romagna).

Non è possibile inserire commenti.