Navigazione veloce

Giovani in crescita: anche a Tizzano Val Parma Croce Rossa attiva a 360 gradi

Un anno pieno di iniziative dedicate ai più Giovani,  dall’EducAzione
alla Pace alla Riduzione del Rischio di Disastri

Creare una rete di dialogo capace di promuovere i valori di solidarietà, volontariato e partecipazione attiva sul territorio: questa è la sfida raccolta dai Giovani Volontari della Croce Rossa di Tizzano Val Parma. Una scommessa impegnativa ed accattivante in una realtà piccola come quella nell’Appennino Emiliano. I primi risultati non hanno tardato ad arrivare e, grazie alla collaborazione e all’incondizionato supporto del personale docente e del Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Corniglio, è stato avviato un percorso di interazione con le scuole, concretizzatosi in attività di EducAzione alla Pace e di Riduzione dei Rischi di Disastro.

Foto di gruppo nell’ambito delle attività di EducAzione alla Pace presso la scuola secondaria di primo grado di Tizzano

“Siamo partiti dai bisogni più evidenti, che necessitavano di una nostra risposta come Agenti di cambiamento – spiega Alessia Depietri, Consigliere rappresentante dei Giovani del Comitato di Croce Rossa Tizzano Val Parma – ecco perché abbiamo affrontato i temi del pregiudizio, dei 7 principi fondamentali e del volontariato, oltre a quello della riduzione dal rischio di disastro, preso in considerazione per via dell’aumento delle calamità legate al cambiamento climatico”.

VIVERE I SETTE PRINCIPI – Le attività di EducAzione alla Pace hanno coinvolto gli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado di Tizzano Val Parma e quelli della Scuola Primaria di Lagrimone, rispettivamente nei mesi di febbraio e maggio. Attraverso brainstorming, metodologia cooperativa, role play, ausili multimediali e cartelloni, i Giovani Volontari hanno illustrato la storia della Croce Rossa, spiegato le sue modalità di azione nell’intento di prevenire, alleviare e proteggere. I giochi di ruolo, in particolare, si sono rivelati validi strumenti per coinvolgere bambini e ragazzi nello sperimentare il significato di operare scelte e gestire situazioni di emergenza, nel rispetto dei sette principi fondamentali della Croce Rossa: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontarietà, unità, universalità. I ragazzi partecipanti hanno dimostrato grande sensibilità, capacità di immedesimazione e spirito di intraprendenza rispetto a temi così importanti e attuali, che richiedono le giuste riflessioni.

CRI AGLI ESAMI DI STATO – La partecipazione attiva dei ragazzi, però, non si è limitata agli incontri. Ha avuto una presa tale che alcuni di loro, entusiasti dell’esperienza, hanno deciso di trattare alcune delle tematiche proposte anche nella tesina, preparata per il colloquio orale, in vista dell’Esame di Stato. A loro disposizione quindi la sede locale della Croce Rossa, per operare ricerche e condividere spunti di autentica riflessione con i Volontari.

COME GESTIRE LE EMERGENZE – Infine, per gli incontri Piccoli cittadini in sicurezza sono stati coinvolti tutti gli ordini di scuola del plesso di Tizzano Val Parma. Sempre nel mese di maggio, infatti, sono state proposte attività di prevenzione e simulazioni mirate alla gestione delle emergenze. L’esperienza è stata avvalorata dalla collaborazione con SOS Unità Cinofile di Soccorso di Langhirano e Nip (distaccamento di Tizzano). Più di cento studenti, attraverso un approccio ludico e operativo, hanno sperimentato attività di ricerca e di primo soccorso di persone disperse; inoltre, hanno appreso come effettuare correttamente una chiamata di emergenza sulla base di situazioni concrete, descritte in apposite flash cards realizzate dai Giovani CRI.

Simulazioni di emergenza nel plesso di Tizzano Val Parma

Simulazioni di emergenza nel plesso di Tizzano Val Parma

“Gli incontri – conclude Alessia Depietri – si sono svolti in un clima sereno e familiare; il portare la propria esperienza e testimoniare l’importanza di un impegno fattivo e solidale nel tessuto sociale del proprio territorio, ha cercato di tratteggiare un modello concreto di senso civico, responsabilità e altruismo”.

Disegno realizzato da una bambina della scuola primaria di Tizzano per l’attività di prevenzione dei rischi da disastro

Non è possibile inserire commenti.