Navigazione veloce

Assegnati 10 nuovi notebook per la didattica a distanza

 

La solidarietà colpisce anche a Corniglio

Questa mattina, presso la sede dell’istituto Comprensivo di Corniglio, è avvenuta la consegna di 10 notebook nuovi destinati  ai ragazzi delle famiglie meno abbienti del comune, da utilizzare per la didattica a distanza in questo momento di grave emergenza per il Coronavirus.

 I PC sono stati donati dal Dott. Giuseppe Gardoni, presidente della Soc. Scandicar Spa di Parma, nato e cresciuto a Corniglio e particolarmente legato alla sua terra d’origine, alla presenza del Sindaco Giuseppe Delsante, del vice-sindaco con delega ai servizi educativi, Matteo Cattani, e del Dirigente Scolastico Luigi Ughetti. Il dott. Gardoni ha consegnato ufficialmente dieci computer portatili che saranno dati in comodato d’uso ai ragazzi per seguire da casa le video-lezioni e partecipare alle diverse attività on-line promosse dalla scuola. Questi Pc verranno assegnati in comodato d’uso gratuito alle famiglie che ne hanno fatto richiesta, riconoscendo la priorità ai ragazzi che frequentano le classi più alte. Al termine dell’emergenza questa dotazione sarà utilizzata per implementare il laboratorio informatico dell’Istituto.

“L’idea è nata –dice il dott. Gardoni- vedendo mio figlio che segue le lezioni di matematica sul cellulare ed ho pensato a quanto possa essere difficile l’approccio alla scuola ai tempi del Coronavirus per chi non ha i mezzi. Per questo ho pensato al territorio dove sono nato e ai ragazzi che vivono  nei paesi del nostro comune, ed ho deciso di donare alla scuola di Corniglio 10 nuovi Pc da mettere a disposizione degli studenti per il loro percorso di apprendimento, che non si deve arrestare”.

Un importante gesto di vicinanza e di aiuto per i bambini e i ragazzi di Corniglio che consente di unire virtualmente la scuola alle famiglie, dove questi ragazzi si trovano confinati ormai da due mesi, che consentirà loro di  proseguire nel percorso di apprendimento intrapreso, seguiti a distanza dai  docenti che propongono ogni giorno diverse attività e percorsi  laboratoriali di apprendimento. In queste circostanze, impreviste ed improvvise, è stato molto utile il poter fare ricorso ad esperienze di formazione a distanza, realizzate negli anni precedenti  tramite la partecipazione a due  progetti Erasmus +, che avevano favorito la sperimentazione di queste nuove forme di comunicazione mediata dalle tecnologie tra scuole di paesi diversi dell’Unione Europea.

 Il Sindaco e il Vicesindaco hanno ringraziato il Dott. Gardoni per la donazione che rappresenta un raggio di luce in questo particolare momento storico ed hanno formulato auspici affinché questo nobile gesto, diventi stimolo ed esempio per altri soggetti che volessero sostenere le necessità dei ragazzi che frequentano I’Istituto in questo momento.

In conclusione dell’evento il dott. Gardoni ha sottolineato come sia fondamentale per il futuro del paese e dell’Europa tutta, investire sullo sviluppo delle competenze in campo tecnico e tecnologico e sulla qualificazione culturale e professionale del capitale umano.

Non è possibile inserire commenti.